L’arte del pic nic

Cestinetto da pic-nic

Certo, che è un’arte! Ed io ne sono, modestamente, una grande esperta. Ecco quindi una guida schematica per fare un pic nic perfetto.

Cosa portare (in ordine di importanza):
– una coperta, magari quelle fatte apposta che hanno sotto uno strato impermeabile che isola dall’umidità
– il cestino da pic nic! (possibilmente rosa come quello della foto, ma potrebbe andare bene anche di un altro colore… diciamo sul lilla?)
– birra in quantità adeguate (ad Homer Simpson)
– cibarie assortite (indispensabili un buon salame e qualche pagnottina, poi è a vostra discrezione)
– due libri (di generi molto diversi fra loro, così potrete scegliere al momento a seconda dell’ispirazione)
– se il pic nic è serale, e soprattutto se è per due, una candela (solo in questo caso potete sostituire la birra con una bottiglia di vino)

Cosa non portare assolutamente:
– una chitarra (molto meglio godersi i rumori della natura)
– la radio (infinitamente meglio godersi i rumori della natura)
– qualsiasi altro tipo di gadget tecnologico che distragga eccessivamente dalla compagnia (i cellulari sono ammessi, ma possibilmente vanno lasciati sulla macchina)

Un suggerimento per rendere il pic nic ancora più gradevole? Il pic nic “a tema”: naturalmente i miei preferiti sono quelli che puntano tutto su un colore, ma altri temi potrebbero essere ricette locali o esotiche oppure un alimento base per tutte le pietanze…

Aggiornamento del 1° giugno 2011: Per completezza di informazione, vi segnalo che c’è anche chi ha pensato al look perfetto per un pic-nic: Trachic – Pic nic

Aggiornamento (ecologista) del 17 agosto 2011: Mi raccomando, non dimenticate di portare con voi anche un sacchetto dove mettere i rifiuti, in modo da non inquinare anche se dove fate il pic-nic non ci sono contenitori della spazzatura!

Annunci

8 thoughts on “L’arte del pic nic

  1. Curiosità…In italiano si chiama romanata. L'etimologia del termine va attribuita al termine composto piquenique, che in un francese arcaico abbina "pique" (prendere, rubacchiare) e "nique" (oggetto di poco valore). Il termine sembra si sia cominciato a diffondere alla fine del 1600 ed inizialmente si riferiva alla frugalità dell'evento, eseguito al di fuori dei riti imposti dal pranzo, composto da pochi e semplici cibi sottratti direttamente alla cucina.

  2. ecco…stamattina avevo quasi commentato ( lo so, lo so…persino le bionde m'hanno superato…e vabbè…si vede che sono in astinenza da sonno )…aspettiamo la primavera un po' più accogliente così ripetiamo i pic-nic rossi, gialli…azzurri!

  3. Testazza, guarda che ormai anche io ed Elton John abbiamo virato al biondo "bronze", quindi devi stare mooolto attento ai commenti sulla bionditudine! ;-)W i pic-nic colorati!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...