Barolo vs. Brunello



 Domenica pomeriggio il mio musico ed io abbiamo partecipato alla nostra prima degustazione di vino e formaggi (questo per noi è il mese delle degustazioni!). Si trattava del terzo ed ultimo appuntamento dei Dialoghi sul Barolo, organizzati da GoWine al WiMu di Barolo nell’ambito della serie di eventi dedicati al “re dei vini”, io Barolo. La degustazione di Barolo e Brunello di Montalcino è stata condotta dal bravissimo Ian D’Agata e ha fatto un bell’intervento anche il giornalista Sergio Miravalle, che tiene su La Stampa la rubrica Giro di vite.
Al termine, degustazione di ottimi formaggi (Bra, pecorino di Pienza e tuma di Murazzano) a cura di Paolo Stacchini, che è un mio collega in quanto collaboratore di Gazzetta d’Alba, e degustatore Onaf. Mi state invidiando abbastanza?
No, beh, ma che domande! Certo, che ha vinto il Barolo! 😉
Ah, dimenticavo. Volevo dirvi una cosa, che è poi la conclusione della spiegazione di D’Agata, che io ho condiviso. La questione è che la conoscenza – in questo caso dei prodotti alimentari, ma non solo – è l’unica cosa che difende noi consumatori dalle frodi; quindi diventa quasi un dovere per tutti noi cercare di aumentare le nostre competenze nei vari settori.

Annunci

18 thoughts on “Barolo vs. Brunello

  1. Ciao sono Giuseppe, autore del blog cervelliamo http://cervelliamo.blogspot.com/Effettuando ricerche in rete, ho notato il tuo blog e volevo chiederti se vuoi collaborare a scrivere articoli anche su cervelliamo (blog sociale e partecipativo) oppure essere pagato su commissione (1/2 euro a post) per ogni articolo scritto, di cui ti fornirò l'argomento.Oltre alla collaborazione, offriamo comunque la possibilità ai bloggers di pubblicizzarsi mediante la sezione Pubblcizzati del blog Cervelliamo.Se ti piace l'iniziativa, non perdere questa opportunità, non esitare a contattarmi, sia per email o direttamente su facebook al mio indirizzo personale.http://www.facebook.com/cervelliam0Ti aspettoCiao!

  2. forse qualcuno aveva dubbi sull'esito finale?!IL Barolo èil Re dei Vini! leggete qualche curiosità sul nostro blog EAT and DRINK PiemonteD'accordissimo sul fatto di dover imparare a riconoscere i prodotti di vera qualità. Perchè la differenza c'è e……SI SENTE! 😉

  3. Con tutto questo ripensare a vino e formaggi, mi sta venendo una gran fame!Sulla questione Barolo e Brunello, devo dire che almeno un paio dei Brunello di Montalcino che abbiamo assaggiato erano paragonabili ai Barolo. Probabilmente, come diceva Miravalle domenica, se c'è ancora un punto di forza del Barolo rispetto al Brunello, risiede più nell'attaccamento delle aziende al territorio; ma non vorrei addentrarmi troppo in argomenti che non conosco così bene, quindi mi fermo qui 🙂

  4. Mmm, vino e formaggio…'spetta che raccolgo la bava! Cavolo che fame, sono pure a stomaco vuoto! Io voto per Barolo e robiola di Roccaverano! Se poi ci metti anche un bel po' di miele dei Piani di Praglia beh, sono la donna più felice di questo mondo! Basta poco…Baci pieni di invidia…

  5. Tati, anche tu ti dimostri un'intenditrice di prodotti enogastronomici di grande livello!Ma… come sei a stomaco vuoto??? E sei sopravvissuta fino alle 16? Mi spieghi come è possibile???

  6. Eh si, sono appena tornata dal lavoro e ho saltato il pranzo per tornare a casa prima! Ma tranquilla, una bella colazione e adesso una bella merenda!(veramente qualcosa ho mangiato…una mela…)Almeno servisse a rimanere in forma, mannaggia!

  7. E che fame! Comunque se abiti in zone come le nostre (io sono circondata da vigneti di Gavi e Tortonese!) è difficile non essere un'intenditrice, soprattutto se si ha passato l'infanzia e l'adolescenza a fare la vendemmia con tutta la famiglia! Bei ricordi…l'uva appena spremuta e il mosto fresco…che voglia di vino! Per non parlare poi della birra artigianale…mamma mia!

  8. @Ernest: :-)@Tati: anche qui nelle mie Langhe fra poco si scatenerà la febbre della vendemmia! Poi, guarda, con la birra con me sfondi una porta aperta! Sono una specie di langhetta atipica e quasi eretica che preferisce addirittura la birra al vino!

  9. Yuk yuk! Buona la birra! Bella la birra! Fresca la birra!Guarda, a me va bene tutto! Ho un amico che ha un blog di cocktails e drinks e mi usa come cavia (e svuota bicchieri) per i suoi esperimenti! Mi piace l'amico "barista", he he he.

  10. @Tati: con i cocktail ci addentriamo in un territorio minato. Per me sono assolutamente out! Nel senso che sono stata male come un cane anche solo per mini-assaggi (e in locali dove sono sicura che li facciano bene, quindi…)

  11. Io ho la fortuna di reggere l'alcol come un filibustiere della peggior specie!Niente mi butta giù!Fattore genetico! Grazie nonno, l'ho ereditato da lui! (sindrome dal nome strano che non ricordo mai…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...