Se solo l’avessimo saputo prima…

Fonte: dalla rete

“Le femmine sono meno brave in matematica, ma solo se ne è convinta la mamma“, leggo questa mattina grazie ad un collegamento incollato sulla pagina Facebook di #donnexdonne (questo: Bimbe più brave in matematica, se la mamma rifiuta gli stereotipi). Risate. La memoria infatti corre immediatamente a ben 22 anni fa. Dovete sapere che, essendo nata a gennaio, i miei genitori hanno deciso di farmi andare a scuola a cinque anni, come era già successo a mio padre e mio zio (mannaggia, un anno di giochi in meno!), ma per entrare in seconda elementare ho dovuto dare un piccolo esame. Ecco, allora mi è stato richiesto di scrivere i numeri, ed io, in prima battuta, ho disegnato l’uno con la gambetta… a destra. Non che da allora la mia attitudine matematica sia migliorata di molto, tant’è che ormai il mio uno si riduce a una righetta verticale. Per essere sicura di non sbagliare! 😉
Ma… sarà colpa di mia mamma?

Annunci

25 thoughts on “Se solo l’avessimo saputo prima…

  1. …ma la cosa su cui riflettere è l'anno di giochi in meno!!! mannaggia!!!Cmq al liceo noi maschietti davamo dei punti ( e molti ) alle femmine…sarà…

  2. @Fil: Sì, l'anno di giochi mancante mi è proprio rimasto qua (il gesto della mano è da immaginare): sarà per quello che continuo a giocare ancora adesso? Secondo me lo sto spalmando in tutto il resto della vita!Al mio liceo i numeri non è che andassero per la maggiore 😉 e comunque c'erano delle donne che se la cavavano bene anche su quel fronte. Ma quanto mi stavano antipatiche!

  3. Al mio liceo era bello vedere che noi maschietti neanche studiavamo matematica per avere minimo 7 e mezzo/8…Per l'anno di giochi…beh…io non posso dire nulla…è tutta la vita che gioco…suono, faccio concerti, scrivo musica…vado in bici…insomma…penso di essere fortunato a poter dire che mi diverto! Se tutti giocassero un po' di più…

  4. @Fil: di sicuro noi alziamo il "pig": prodotto interno di gioco!@Tomaso: non è che io allora, all'esamino di prima, mi sia divertita molto a vedere la faccia della maestra che mi ha fulminata con lo sguardo! Ma mi sono subito corretta e poi ho anche dato prova di andare mooolto meglio con l'italiano! Ah, entrando in seconda ho pure vinto (dai miei, in regalo) un viaggio a Gardaland!E non capendo nulla nelle materie scientifiche mi son divertita poco anche al liceo, in quelle ore lì! Come sempre però bilanciavo… chiacchierando e filosofeggiando! 😉

  5. Io e la matematica viviamo praticamente in due mondi diversi, paralleli forsi ma con zero incroci! Alle elementari non ricordo, ma di sicuro alle medie ero una schiappa .. e alle superiori ho scelto materie grafiche (scuola d'arte) per non sbagliare!

  6. E io che matematica l'ho portata all'esame di maturità passato con (gli allora) 60/60?!!?In generale se un genitore ti dice "non ce la farai mai" tu difficilmente riesci.Soprattutto da piccoli.E la matematica (come le lingue sia moderne che antiche) è più che altro un modo di ragionare, una predisposizione concettuale sull'approccio al ragionamento in quanto tale…non so se riesco a spiegarmi…Non è che non la si capisce, ma semplicemente o ti impostano bene fin dall'inizio o è difficile recuperare poi.

  7. @katiu: "una schiappa"! mi hai proprio fatto ridere a crepapelle!@Alligatore: mica per caso stiamo qua a bloggare! ;-)@Simo: a presto@Gianna: in effetti da me a scuola era così, e le insegnanti ce lo dicevano sempre…@Kylie: uff, quindi dici che non riusciamo a scaricare la colpa sulle mamme?@Maraptica: …e sulle nuvole non ci sono numeri! ;-)@Mammachetesta: penso proprio che tu abbia ragione. A meno che, invece, non ti scatti la voglia di rivincita su chi ti sottovaluta (che, ad esempio, è il caso mio e del mio fidanzato)

  8. Con me invece, finchè non mi sono svegliata dal torpore, ha funzionato benissimo! Mio padre era quasi riuscita a convincermi che per un maschio il nome Caio Giulio Cesare era davvero un bel nome!

  9. Ti rendi conto? Che orrore, doveva essere il mio nome se fossi nata maschio! Grazie Dio, sono una donna! Per un po' c'è stato anche il pericolo che mi chiamassi Giulia Cesara, per fortuna omettendo il Caia…brrrrr!

  10. @Tati: mi hai dato lo spunto per un prossimo post, quello in cui vi spiegherò che avrei dovuto chiamarmi… Leone! Ora vado a preparare pranzo, buona domenica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...