Basta guerra!

L’Ufficio della Pace di Alba al termine di un’assemblea in preparazione della marcia Perugia-Assisi ha emesso il seguente comunicato:

“come possiamo accettare che il governo italiano spenda 27 miliardi di euro in armi, mentre taglia 8 miliardi alla scuola e ai servizi sociali?”

Facciamo nostra questa semplice domanda contenuta in un appello di Padre Alex Zanotelli ed esprimiamo profonda preoccupazione per una politica ed un’economia che sembrano aver perso il senso delle proporzioni e dell’umanità.
Si potrebbero risparmiare più di 4 miliardi riducendo del 20% il bilancio della difesa (20,5 miliardi) e rinunciando al programma di acquisto dei 131 cacciabombardieri F35-JSF si risparmierebbero più di due miliardi nei prossimi 3 anni e 15 miliardi complessivi nel progetto che comporta spese fino al 2026, ma i sistemi d’arma aggressivi non sono intrinsecamente proibiti dalla Costituzione?
In questo momento di crisi, mentre si richiedono “sacrifici” a tutti e si tagliano servizi di base nella scuola e nella sanità, sembra tranquillamente logico agli esperti che si continui una guerra in Afghanistan che costa 2 milioni di euro al giorno, mentre quella in Libia è costata finora 700 milioni di euro!
Si spende per aggredire, bombardare e distruggere (ufficialmente “per proteggere i civili”!); mentre si taglia su aiuti umanitari e spese sociali.
Tutto questo è illogico e inumano per chi guarda il mondo dal basso e non dalle stanze del potere. Perciò queste considerazioni e queste proposte saranno fra le richieste ai politici da parte del popolo della pace che camminerà da Perugia ad Assisi il prossimo 25 settembre; l’Ufficio della Pace ne farà parte, portando il gonfalone della città, insieme ad un centinaio di cittadini e cittadine di Alba e dintorni.
Basta guerra!

Annunci

12 thoughts on “Basta guerra!

  1. Il Sipri (Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma) ha stimato che con il 10% dei soldi destinati alle spese militari si potrebbero risolvere i problemi legati alla malnutrizione e alla fame, potremmo offrire la scolarizzazione ad ogni bambino del pianeta, si potrebbe fermare la diffusione di AIDS e malaria.Grande Alba!

  2. ciao hai ragione sono d'accordissimo, quanti soldi spesi male, per forza le cose poi non girano come dovrebbero, ciao buon week end baci rosa a presto:)

  3. ma… più che per la questione economica – soprattutto da parte di un Padre – mi sarei aspettata fosse stato messo l'accento sul fatto che l'Italia è complice delle uccisioni, sebbene un articolo della Costituzione dice di ripudiare ciò!ciao, buon proseguimento.

  4. Svuotare gli arsenali e riempire i granai, frase storica sempre più attuale direi. Ho marciato pure io da Perugia ad Assisi un anno, esperienza formidabile. Concordo con i pensieri di alcuni amici sopra, no alla guerra sempre, ma se non tagliano ora che tagliano tutto, vuol dire che è tanto il potere dei venditori di armi, e metterlo in luce, come fa Zanotelli, mostra il re nudo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...