Una settimana difficile. Ma…

Fonte: dalla rete

Le notizie questa settimana sono arrivate numerose, a ricordarmi quanto sia difficile portare avanti la scelta che ho fatto per questo sito: Qui solo buone notizie, come da qualche giorno leggete nel sottotitolo.
Ieri mi è toccato leggere, con una fitta allo stomaco, che E’ mancata Anna Lisa. Oggi ci siamo svegliati e abbiamo scoperto che il mondo ha perso Steve Jobs, notizia non inaspettata, ma che di certo non può lasciare indifferenti*.
Ci ho pensato. E alla fine mi sono resa conto che le notizie di queste morti sono offuscate da tutte le buone notizie che queste persone ci hanno dato durante la loro vita, che è stata molto, molto più forte della morte.
Anna Lisa ha dimostrato come si possa affrontare la malattia, fino agli ultimi giorni, con il sorriso sulle labbra, senza alcun pietismo, ma con tanta energia e un’inestinguibile voglia di vivere.
Jobs… beh, sarebbe inutile che io mi mettessi a elencare qui sul mio blog tutto ciò che ha fatto. Lo sappiamo tutti bene, lo viviamo ogni giorno: è stata una delle figure più significative del secolo, oserei dire la più significativa, perché ha cambiato la vita di tutti noi. Le buone notizie, dunque, ci sono eccome.
E sono quelle che rimarranno.

Collegamento: Vanity Fair – Steve Jobs: le frasi più belle

*non posso non citare anche le morti di Barletta, ma anche quella della giovane americana probabilmente investita da un pirata della strada. Anche queste morti, seppur meno “mediatiche”, hanno la stessa carica di tristezza.

Annunci

17 thoughts on “Una settimana difficile. Ma…

  1. @Queen B: :'-(@Cavaliere oscuro del web: a presto, Vince@rattoluna: penso che a ognuno di noi farà piacere essere ricordato per ciò che di buono che ha fatto nella vita…

  2. Credo che ognuno di noi proverà nel suo piccolo per lasciare un ricordo del suo passaggio della vita, cara Adriana è bello ricordare dei personaggi che hanno lasciato ricordo di sacrifici per tutti.Tomaso

  3. Cara Adriana, le morti annunciate sono quelle che feriscono maggiormente.Ho letto di Anna Lisa, grande persona, ricca di umanità e di valori.Ha combattuto fino alla fine con il sorriso sulle labbra.A tutti vanno il mio pensiero e la mia preghiera.

  4. ciao Adry, anch'io sono daccordo , lasciare un segno positivo del proprio passaggio e un esempio e' la maggior soddisfazione che una persona possa desiderare, sono dispiaciuta e ammirata per queste persone, ciao grazie baci rosa a presto.9

  5. non conoscevo Anna Lisa, ma ho letto ora il suo blog, davvero molto triste.e che dire di Steve Jobs? un genio.è grazie a lui se in tutti questi anni mi sono potuta godere la tecnologia Apple, della quale non riesco a fare a meno.Ho ascoltato il suo discorso ai giovani laureati e mi è scesa la lacrima.è un peccato che spesso le persone migliori siano le prime ad andarsene

  6. purtroppo ogni giorno qualcuno ci lascia….conosciuto o meno conosciuto.Domani è il primo anniversario di morte del marito di una mia collega.Il cancro lo ha ucciso dopo 3 anni di agonia…e lei continuava tra casa e ospedale…sempre.Domenico era una bravissima persona,gentile e generosa….ha lasciato un vuoto come tutti quelli che ci lasciano dall'oggi al domani.un abbraccio

  7. purtroppo la morte è la rappresentanza della vita, ma non puù togliere quello che in piccolo o grande tutti noi facciamo di bello o di buono, credo che tutti, davvero tutti abbiamo un po' buono dentro di noi, forse qualcuno di più ma l'importante è non dimenticarlo ma portarlo con noi.

  8. purtroppo la morte è la rappresentanza della vita, ma non puù togliere quello che in piccolo o grande tutti noi facciamo di bello o di buono, credo che tutti, davvero tutti abbiamo un po' buono dentro di noi, forse qualcuno di più ma l'importante è non dimenticarlo ma portarlo con noi.

  9. Ciao Adriana, Anna Lisa e Steve sono due persone che hanno lasciato il segno.Nel dispiacere per la dipartita, è giusto portare avanti il loro esempio, perchè come hanno vissuto e ciò che hanno fatto, in campi assolutamenmte diversi, non possono e non devono essere dimenticati, ma fatti propri da ciascuno di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...