My hero is…

Dal blog di Sandra M., scopro una catena che mi piace: Who’s your hero?

La catena è assai originale, perché tratta di santi: “Elencate i cinque Santi che sentite più vicini, che ammirate di più, o per i quali avete una particolare simpatia. A questo punto, scegliete cinque amici blogger ed invitateli ad unirsi al gioco e avvisateli.”
Il primo santo cui sono molto legata è padre Pio da Pietrelcina: sono anche stata in una sorta di pellegrinaggio alla sua tomba qualche anno fa. Non posso dire con certezza che sia successo per merito suo, ma io ci credo; pochi mesi dopo quel viaggio la mia vita ha avuto una svolta. Devo ancora tornare a ringraziarlo, ci saranno di sicuro delle occasioni per tornare a San Giovanni Rotondo.

Veniamo a San Filippo Neri, il santo burlone. Questo è il santo di Filippo, nel senso che i Filippo della sua famiglia si chiamano così in onore di questo santo. Il “santo della gioia” è veramente un esempio che in periodi bui come quello che stiamo vivendo non dovrebbe mai essere dimenticato.

In comune con Sandra, non posso non citare San Francesco d’Assisi: il frate santo della fraternità e della povertà, dell’amore per gli animali, del meraviglioso Cantico delle creature.


Lazzaro di Betania mi è diventato caro perché si festeggia in una data per me molto importante, il 17 dicembre. Il Vangelo secondo Giovanni (11,1-44) racconta che, morto a causa di una malattia, fu risuscitato da Gesù.

L’ultimo è un beato, albese come me, don Giacomo Alberione. La mia vita è legata a lui e alla sua missione da circa dieci anni, cioè da quando ho iniziato a scrivere per Gazzetta d’Alba. La sua figura insegna la passione per la comunicazione, e per quello che lui chiamava il giornalismo “fatto con i piedi”: per fare bene questo lavoro bisogna stare nel mondo, andare fra la gente, vedere le situazioni di persona. Ci pensassero ogni tanto i miei colleghi che passano le giornate dietro al computer aspettando un comunicato stampa per fare copia e incolla! Ma non voglio scendere in polemiche. Solo grande stima per lui.

Adesso devo indicare cinque blogger cui passo la catena, che sono: Gianna, Tomaso, Maddy, Rosa, giglio.

Aggiornamento del 7 novembre:
In questi giorni mi sono accorta di una grave (per me) dimenticanza. Un’altra figura per la quale nutro infinita stima è quella di Pier Giorgio Frassati, anch’egli beato. Figlio del direttore de La Stampa, giovane militante in associazioni del laicato cattolico, si impegnò con tutto se stesso in iniziative di sviluppo sociale e di carità verso i poveri e i malati, finché morì colpito da paralisi fulminante, a soli 24 anni. Vero esempio di umiltà, non diceva nulla del bene che faceva. Ai suoi funerali però presero parte molti amici, ragguardevoli personalità, ma soprattutto tantissimi poveri che al tempo erano stati da lui aiutati. Per la moltitudine dei partecipanti, qualcuno dei presenti paragonò quei funerali a quelli di San Giovanni Bosco, altro Santo torinese popolarissimo. Davanti al popolo così numeroso, che accorse a dare l’ultimo saluto al figlio, per la prima volta i suoi familiari capirono, vedendolo tanto amato, dove e come era vissuto Pier Giorgio. Il padre, con amarezza, asserì: «Io non conosco mio figlio!».

Annunci

19 thoughts on “My hero is…

  1. Cara Adriana, grazie d'aver pensato a me.Per ora sono impegnata con i post di Loris, allorati elenco qui i miei Santi:San FrancescoSant'Antonio da PadovaSan GiuseppeSan Giovanni BattistaSan Felice

  2. posso chiamarli per nome soltanto, così li sento più vicini: esempi che si possono imitare e non semplicemente ammirare?Giuseppe MoscatiTommaso MoroCaterina da SienaTeresa di LisiexJosemaria Escrivà

  3. Grazie cara Adriana di avermi fatto sapere, ora ci provo a ricodare i santi che sono più devoto.San ValentinoSant'antonio da Padova San LorenzoSanta Rita da CasciaSan Martino.Sicuramente i Santi che ci proteggono sono tantiquesti sono i più preferiti.Ciao con un abbraccio amica.Tomaso

  4. ciao adry posso elencare i mieisanta rosa da Limasan valentinoSan lorenzoSant'alessandrosanta ritaciao grazie spero che guardino goiu, baci rosa a presto.)

  5. Padre Pio è della mia terra,o meglio è stato adottato dalla mia terra, apprezzo la sua storia e mi affascina…ma non mi piace tutto quello che ci hanno costruito intorno, troppo business…chissà se lui avrebbe apprezzato. San Francesco invece rimane il santo numewro uno per me!

  6. @Rosa e Cirano: grazie!@Giulia: non penso che se uno non è credente non possa appassionarsi a qualche figura di santo… comunque se ti va puoi dirmi quali sono i tuoi eroi, anche non santi! Mi farebbe piacere…@Silvia: beh, mica solo di questo! ;-)@MichiVolo: hai ragione, su Padre Pio è stato "montato" tutto un complesso di cose che anche secondo me lui non avrebbe gradito. Ho comprato di recente un bel documentario sul tema realizzato da L'Unità…E… beh, San Francesco è una figura straordinaria!

  7. Ciao Adriana,lieta di conoscerti!Ti chiedo scusa se rispondo solo oraal tuo invito, ti sarò sembrata maleducatissima…in realtà io ogni giovedì e venerdì sono fuori casa x impegni e infatti sono rientrata solo stasera…trovando questa bella sorpresa, grazie!A questo punto, 2 info x te (come sono complicata, ah ah ah!): 1) Il mio blog, dal dopoferie di quest'anno, x ragioni personali è operativo solo a settimane alterne, e quella che inizierà lunedì è la settimana "BLOG/FREE"…2)…per cui, dedicherò un post a questa bellissima iniziativa lunedì 14 novembre, promesso !Intanto mi iscrivo molto volentieri tra i tuoi sostenitori, e se vorrai essere anche tu tra i miei ne sarò onorata!Un abbraccio e gioioso weekend, a presto!Maddy

  8. @Federica: …e pensare che la San Paolo si è diffusa in tutto il mondo, ma la figura di don Alberione in sé è meno nota di altre, fuori dalla mia città.Bene, verrò a leggere il tuo post molto volentieri… intanto aggiorno questo, perché ne ho dimenticato uno…

  9. Mia cara, se sei stata a S. Giovanni Rotondo non puoi mancare di visitare anche Pietrelcina, che è il posto dove Padre Pio è nato ed a cui ho dedicato il video che hai tanto apprezzato 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...