Tre piacerini al giorno…

Fonte: dalla rete

La settimana è cominciata così: uscendo in silenzio di casa, per andare a fare colazione con la mia migliore amica. Scoprire che lei mi ha comprato un simpatico regalo di San Valentino (un astuccio di Legami). Dunque, con una piccola sferzata di piacere che ha immediatamente risollevato l’umore da lunedì mattina.
Qualche minuto dopo, un breve giretto fra i miei blog amici, ed ecco che un post di rattoluna mi folgora: La schiuma sul cappuccino… è il titolo, che prende lo spunto dal libro La schiuma sul cappuccino e altri piaceri che possono salvare la vita. E’ proprio così, ne sono convinta: sono i piccoli piaceri che ci salvano la vita. Non si tratta di un’esagerazione. Faccio in tempo a leggere il commento in cui l’amica blogger scrive che il libro è banale. In effetti l’idea non è originale: già molti anni fa Philippe Delerm aveva scritto La prima sorsata di birra. E altri piccoli piaceri della vita. Quindi il libro non lo comprerò. Ma prenderò lo spunto dall’idea che ci sta dietro, scegliendo ogni giorno tre cose belle che sono successe nella giornata, e postandole. Chissà per quanto tempo avrò voglia di andare avanti? Comincio subito:
1. ho ricevuto un piccolo regalo inaspettato, con un bel bigliettino con i tanti cuoricini rossi
2. un amico si sta impegnando per darmi una mano con un progetto a cui tengo
3. Fil stamattina ha comprato i gamberoni da grigliare a pranzo
…sono appena le 12.10 e ne ho già tre!

Annunci

9 thoughts on “Tre piacerini al giorno…

  1. "Giochino" molto intelligente ed utile…da fare!! Ma con moderazione …tenedo d'occhio l'esagerata Pollianna…ah…ah…ah!Buonissima settimana…piena di spumeggianti e corroboranti cappuccini.:O)

  2. ciao Adry bello questo gioco, somiglia un po' al gioco che faceva pollyanna, vedere le cose positive,riuscire a sceglierne tre sono gia' tante, ma se ci sforziamo le troviamo,ssenza pensare a cose grandiose, ciao grazie baci rosa a presto.)

  3. @Claudia: …ma comunque erano surgelati, eh!@Sandra M.: touchée! Per me c'è sempre in agguato il rischio di diventare Pollyanna… ci pensavo proprio stamattina!@Rosa: ad esempio adesso ne avrei già pronte altre tre!

  4. Brava hai colto nel segno il succo del libro 🙂 che anche se non era entusiasmante ho cmq letto volentieri, soprattutto perchè l'autrice descriveva cose piacevoli che io credevo fossero solo mie fissazioni 😀 …. Io quoto il tuo essere Pollyanna, credo sia fantastico. Bacio!!!

  5. Bellissima idea!! E' un modo per rendersi conto che non tutto va così male come sembra e che ciò che ci può rendere felice è un attimo e non dobbiamo farcelo sfuggire.Saper gustare i piccoli e semplici gesti quotidiani, i particolari, le sorprese o anche le abitudini a cui non sappiamo rinunciare significa gustarsi l'esistenza!!!!e cosa ha comprato per cena? :-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...