"La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto volante" di Fernanda Raineri

La copertina del libro

Pochi giorni dopo aver pubblicato la mia recensione (per così dire) di “Quasi quasi cambio vita” di Chiara Micozzi, sono stata contattata dalla scrittrice Fernanda Raineri (che ha anche un blog, purtroppo poco attivo, Pulviscolo di Stelle), che mi ha invitata a leggere qualche sua opera. Come ben sapete questo blog è eclettico e assolutamente non specializzato in recensioni, ma non vedo perché non dare un’opportunità di diffusione in più a qualcuno che gentilmente si propone come ha fatto Fernanda.
La mia scelta è caduta su “La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto volante” (Casa editrice GDS Edizioni), credo per il titolo fantasioso dell’opera; ha di certo giocato anche il fatto che si tratti di un libro per ragazzi, genere che amo molto e che continuo a frequentare assiduamente nonostante il passare degli anni. Come ho già fatto per il libro di Chiara, vi propongo la trama tratta direttamente dal blog dell’autrice:
Nonostante le difficoltà economiche della sua famiglia che la costringono a studiare e lavorare, Stella è un’adolescente che coltiva il grande sogno di diventare scrittrice e una grande passione: quella per la mongolfiera. Proprio una gita con un pallone aerostatico sui monti della Versilia la porterà a vivere, assieme a tre amici, un’avventura strepitosa. Dopo un’improvvisa caduta durante il volo, dovuta alle condizioni atmosferiche, cercando la strada di casa, i quattro, troveranno una grotta che custodisce un tesoro storico ed economico inestimabile.
“La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto volante” è un avvincente avventura in mongolfiera nelle Alpi Apuane tra ricchi tesori nascosti, nemici e mostri da sgominare e un pizzico di magia per rendere ancora più incredibile questo racconto per ragazzi e, perché no, per far fantasticare anche gli adulti.

Vi dico subito che la cosa che più ho apprezzato durante la lettura è l’ambientazione. Mi è piaciuta l’idea che non sia una montagna innominata o fantastica lo scenario della vicenda, ma una un vero monte esistente e collocato geograficamente. Il racconto è originale e avventuroso. C’è anche qualcosa che perfezionerei, e Fernanda mi permetterà di segnalarlo anche se non sono precisamente una critica letteraria, ma solo un’appassionata lettrice. In particolare presterei più attenzione alla caratterizzazione dei personaggi nei dialoghi – mi sarebbe piaciuto che ognuno avesse un proprio linguaggio più peculiare – e ai refusi e piccoli errorini che ho trovato qua e là. Nel complesso la lettura è scorrevole e agile come si addice a un libro per ragazzi. Quindi brava, Fernanda!

E Stella, che sognava un giorno di fare la scrittrice, adesso poteva iniziare: aveva una fantastica storia da raccontare.
da “La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto volante”

Annunci

15 thoughts on “"La mongolfiera, il monte Tambura e il tappeto volante" di Fernanda Raineri

  1. Grazie Adriana. Certo che puoi segnalare ciò che perfezioneresti nel libro…Apprezzo la tua segnalazione e sono felice che tu abbia trovato iil racconto "originale e avventuroso".Complimenti per il tuo blog desisamente eclettico

  2. Il libro sembra davvero molto carino, e, a proposito di citazioni, o recensioni, come vengono generalmente chiamate anche quelle dei "non addetti ai lavori", non trovo che ci sia niente di male a farle nei nostri piccoli blog, purchè si dica chiaramente cosa sono, e si sia onesti in quello che si scrive, mantenendo così la correttezza e il rispetto nei confronti dei lettori. Proprio come hai fatto benissimo tu. Brava Adriana.

  3. Apprezzo la tua schiettezza Adriana.Hai fatto una critica costruttiva, secondo me, perchè hai parlato bene di un libro, che di sicuro è interessante e di qualità, ma non hai taciuto sulle piccole imperfezioni che presenta.Per chi scrive è importante, perchè lo aiuta a migliorare.

  4. Bella questa recensione ed è giusto segnalare anche quello che a tuo parere può essere migliorato. Di errorini nei libri ce ne sono sempre, non capisco come facciano a non accorgersene soprattutto quando i romanzi costano tanto si vorrebbe un prodotto perfetto.Bacio e buon venerdì!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...