Soundtrack of my life: 2000

The Ballad, brano epico dei Millencolin che mi riporta agli anni del liceo: la mia amica e compagna di banco Enrica, detta Ica, che ho perso di vista negli anni, ascoltava questo genere di musica, e di conseguenza anch’io ogni tanto ci facevo qualche incursione. Come partono le prime note, arrivano le immagini: la Smemo alta mezzo metro piena… di tutto, le dediche e le citazioni sull’amore scritte a pennarello. La lavagna. Il saliscendi continuo tra paradiso e inferno tipico di quell’età. Mi sembra che sia passata una vita, che quella sia stata un’altra vita. Che strano. Anche questa è una puntata della rubrica Soundtrack of my life (Attimi di letizia).

Do you know who’s that guy who’s all alone?
Do you care enough to see he’s in pain and misery?

Annunci

24 thoughts on “Soundtrack of my life: 2000

  1. visto ora il blog di Letizia: bell’idea!!!
    bhé cavoli sai una cosa? ho il solo rammarico di non aver conosciuto Rice mooolto prima, ma la mia play list ce l’ho comunque, fatto un post tempo che fu: oggi la rispolvero e propongo una canzone 🙂
    bacione :*

  2. Millencolin, band mitica, con copertine splendide, e felpe/magliette altrettanto mitiche (metto ancora un paio di felpe con cappuccio targate Millencolin)… e pure io, ovviamente, avevo la Smemo 😉

  3. Non conosco questo gruppo ma ricordo gli anni del liceo… devo dire che il diario pieno di dediche era quello delle medie per me, ma comunque sembra veramente un’altra epoca!!! bacioni cara e buon weekend

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...