Considerazioni sul virus. Con lato positivo

via Pinterest
via Pinterest

Se non sapete di cosa sto parlando, leggete prima qui: Non sono a Birmingham. GMail ha preso un virus.

Oggi voglio raccontarvi brevemente la giornata di delirio che è scaturita dal virus. Il tutto è cominciato verso le 11.30 del mattino, quando il primo che ha letto l’e-mail me l’ha inoltrata e ho immediatamente capito cos’era successo. Mi sono fiondata a fare il cambio password, e in effetti a qualcuno – pochi, a dir la verità – ho evitato di ricevere l’e-mail. Peraltro fatta bene, cioè meno incasellabile a prima vista come virus di altre: a parte il fatto che era scritta al maschile, terminava addirittura con “Ciao, Adri”. Questa è la ragione per cui praticamente ieri non sono riuscita a fare praticamente nulla e ho passato tutto il giorno a rispondere a chiamate di persone in allarme che mi chiedevano se ero all’estero e in difficoltà. La prima considerazione, molto onesta, è che non pensavo che tanti non si accorgessero che l’e-mail era farlocca. C’è di più: anziché telefonare a me – vai a sapere perché, magari non trovavano il mio numero – tanti hanno cominciato a chiamare la mia famiglia, mio marito, e… udite, udite! i miei datori di lavoro.  Davvero non pensavo che una cosa spiacevole ma che può capitare (ne ricevo quasi ogni giorno!) scatenasse un simile putiferio.

Nel frattempo ho chiesto aiuto al mitico Federico Granata (che ringrazio) che mi ha spiegato varie cose su come cercare di risolvere il problema e soprattutto su come migliorare la sicurezza del mio account, in particolare attivando il sistema della doppia sicurezza (che vi consiglio!)

Purtroppo non ho potuto inviare immediatamente a tutti i miei contatti un’e-mail per avvisarli perché il malware aveva inviato talmente tante e-mail che il mio account era stato bloccato. Così ho provveduto a mandare un tot di e-mail da un altro account di posta e ho sfruttato i canali social per avvisare un altro po’ di gente, quanta più possibile.

Ah, dimenticavo: ho chiamato la Polizia Postale e mi hanno risposto che non possono farci niente. Quindi non ho potuto fare alcuna segnalazione.

Infine: sono finita nelle cartelle di spam di un saaaacco di contatti. Ciò significa che molto probabilmente dovrò creare una nuova casella di posta se mi rendessi conto che le mie e-mail non vengono più lette. Che gioia.

Ma. …E il lato positivo? C’è, c’è. C’è sempre un lato positivo. In questo caso è che mi sono resa conto di quante persone sarebbero state disponibili per aiutarmi nel caso in cui fossi stata a Birmingham e in difficoltà. Tanti. Che voglio ringraziare di cuore.

E adesso mi metto al lavoro, perché sono indietro di un giorno 😉

Advertisements

10 thoughts on “Considerazioni sul virus. Con lato positivo

  1. Io mi sono accorta del virus, perchè in passato la stessa cosa era avvenuta ad un mio amico e lì mi preoccupai veramente, era la prima volta che accadeva una cosa del genere.

    1. Stamattina ho cantato vittoria troppo presto, pensando che l’emergenza fosse rientrata. A pranzo mia mamma mi ha detto che le avevano telefonato degli amici di famiglia dall’Austria dicendo che un loro conoscente era pronto a organizzare la spedizione per venire a prendermi a Birmingham. Un caso internazionale! Se va avanti così morirò di vergogna. :-/

      1. Che bello essere tanto amati…mettila così.
        P.S.: se dovesse capitare a me credo che sarebbe il mio suicidio nel web…non sarei davvero in grado di uscirne. non ci capisco un’acca.

  2. Non sapevo la storia del virus, cavoli! Cmq sono tremendi, una volta ne presi uno perché non lessi bene la mail che lo conteneva e tac mille persone ad avvisarmi… che caos…

    Però è davvero bello che ci sia tanta gente pronta ad aiutarti… il virus te l’ha dimostrato! ^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...