Voglia di scrivere

Non può essere un caso per chi, come me, ama l’inverno, ritrovarsi in una casa silenziosa alle 19 della prima sera in cui fa buio presto, con la voglia di scrivere. Con un gatto sul tavolo, impegnato nella pulizia, e la bimba che è crollata, di là nel suo lettino, il papà che non è ancora tornato, mi ritrovo con qualche minuto libero dopo settimane roventi. Domani ricomincerà il frullatore, di cui a volte mi lamento ma che in fondo mi piace e – proprio così – mi rigenera ma adesso ho bisogno di mettere per scritto questo momento. La tranquillità. La felicità che questa piccola ha portato con sé. Quanto spesso in questi giorni penso a quando un anno fa la sentivo muoversi dentro di me, com’era piccola allora e com’è grande, con i suoi due denti i e le pernacchie, adesso. Per questo scrivo poco: lavoro tanto e per il resto mi dedico a questa bomba di energia e creatività che è piombata qui, a regalare risate e sorrisi a profusione. Quanta vita, quanto amore, che nemmeno immaginavo esistessero. Ah, ieri l’abbiamo portata a visitare il suo primo museo, il Museo dell’Automobile di Torino. La realtà che è infinitamente più bella dei sogni.

Annunci

6 thoughts on “Voglia di scrivere

  1. Carissima, bentrovata! Mancando dal mondo blog mi sono persa anche questo evento meraviglioso, la nascita della tua bimba.. Auguroni, un po’ in ritardo ma sinceri 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...